La partecipazione degli italiani alle attivita culturali




I consumi culturali sono in profonda trasformazione: diminuiscono le persone che seguono la televisione (dal 96,7% del 1995 al 93,3% del 2000) e quelle che leggono quotidiani (dal 64,4% al 59,7%); cresce il numero di lettori dei settimanali (dal 52,3% al 56,3%) e la quota di coloro che ascoltano la radio (dal 64% al 65,7%). Considerevole anche la quota di persone che usano le videocassette (55,2%).

L'uso delle nuove tecnologie: soltanto il 28,6% delle persone di 16 anni e piu usa il PC, mentre il 18,3% usa Internet. La velocita di diffusione dei new media e pero molto elevata: rispetto al 1995 il numero degli utenti del PC a casa e praticamente raddoppiato. Il 42,2% degli intervistati dichiara di aver letto libri negli ultimi 12 mesi per interesse personale, il 12,5% per motivi di lavoro e il 6% per motivi di studio. L'82,8% ascolta musica, prevalentemente musica rock e pop (86,6%), classica (39,1%), dance e house (29,9%), jazz e blues (29,5%).

Nell'ambito della partecipazione diretta a eventi culturali, spettacoli e rappresentazioni, il cinema si conferma come l'intrattenimento preferito dagli italiani (41,8%), seguito da visite a monumenti storici (37,4%), manifestazioni sportive (25,2%), visite a musei e mostre in Italia (23,3%), teatro (15%) e visite a siti archeologici (14,6%).

Infine, se si considera la diffusione dei vecchi e nuovi media nelle famiglie italiane, risulta che il 92,4% delle famiglie possiede almeno una TV, il 65% il videoregistratore e comincia a essere rilevante la quota di famiglie che hanno l'antenna satellitare (12,2%). Circa un terzo delle famiglie possiede almeno un PC (28,1%), ma solo il 15,4% ha un accesso a Internet.




 

    Author

    Write something about yourself. No need to be fancy, just an overview.

    Archives

    No Archives

    Categories

    All